LABORATORIO SUL PAESAGGIO

autore: ivano.barison

TOPICS: SCUOLE E SOCIETÀ

Richiamandosi alla Carta dei principi per l'Educazione Ambientale orientata allo sviluppo sostenibile e consapevole del 24/04/1997, il “Laboratorio sul paesaggio” in corso dal 2016 presso le classi I, II e III della Scuola secondaria di I grado a Lentate s/S MB ha lo scopo di sensibilizzare gli alunni sui problemi legati al territorio, inteso come patrimonio storico-culturale e ambientale, con attenzione alla salvaguardia della biodiversità e alla percezione del tempo, della mutevolezza, del dinamismo propri del mondo vegetale.
Il percorso formativo e di sensibilizzazione avviene attraverso la conoscenza, i valori, i comportamenti e le esperienze dirette volti al rispetto e all'interazione tra la pluralità delle forme di vita presenti nell'ambiente.
Le lezioni mirano alla cooperazione tra alunni e alla co-progettazione alunni/insegnanti: i momenti di analisi, riflessione, confronto e condivisione, insieme alle fasi di progettazione e realizzazione, sono volti allo sviluppo delle capacità critiche personali e del senso di responsabilità, alla familiarizzazione con il mondo vegetale, all’accrescimento dell’amore per l’ambiente e il Paesaggio, inteso non solo secondo un concetto esclusivamente naturalistico, ma come intrinsecamente connesso coi valori storico-culturali e di memoria di una comunità, di un popolo, di una nazione.
La natura del progetto è laboratoriale, pertanto ogni attività diventa momento di approfondimento di conoscenze, sviluppo, consolidamento e potenziamento di abilità e competenze.
Presupposto del Laboratorio è consolidare e diffondere negli alunni (e non solo) comportamenti responsabili e di salvaguardia nei confronti della ‘res publica’, delle bellezze naturali presenti sul territorio, sensibilizzarli riguardo alle problematiche del territorio stesso, fortemente antropizzato e sovente compromesso.
Il Laboratorio è organizzato nell’ambito delle ore di Tecnologia, Arte e Immagine e Scienze e si interfaccia con le diverse discipline. Per le classi I il corso tiene conto anche del programma scolastico di Storia; per le II e III, considerando che le attività verranno svolte nelle ore pomeridiane, il corso dà più spazio alle fasi progettuali e alle attività all’aperto.
I temi affrontati sono sintetizzabili in storia del giardino europeo, grandi giardini europei, paesaggio nell’arte e nella letteratura e nel cinema, giardini e parchi contemporanei, percorsi pedonali nel verde e ciclovie; progettazione e realizzazione ampliamento dei giardini esistenti (costruiti con le classi I dal 2016, giardino luminoso, ombroso, dei semplici, roseto, hortus conclusus), di un nuovo giardino interno alla scuola e di un nuovo sistema di piste ciclabili locali.
Con la conoscenza della storia del giardino e del paesaggio europeo, storia di scambio (di semi, essenze arboree, erbacee, graminacee, spezie) e socializzazione continua tra i popoli, si contribuisce anche all’integrazione attiva e all’inclusione sociale degli alunni stranieri.

Parole chiave: res publica, biodiversità, inclusione sociale

Giardino ombroso
Roseto
Giardino luminoso 2
Giardino luminoso 1
Hortus conclusus